27 maggio 2020
Aggiornato 18:00
Verso le elezioni

Alfano ci crede: «Alle elezioni andremo soli. Mai tradito Berlusconi»

Il leader di Ap: «Essendo il movimento politico che può dire di avere cambiato in meglio la storia del nostro paese noi partiamo da noi stessi»

ROMA - «Essendo il movimento politico che può dire di avere cambiato in meglio la storia del nostro paese noi partiamo da noi stessi». Lo ha detto il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, leader di Alternativa popolare, parlando alla conferenza programmatica del partito in corso all'Hotel Marriott. «Siamo pronti - ha aggiunto - ad andare da soli e in ogni confronto diremo quali sono le nostre idee e i nostri programmi». «Con una certa destra - ha sottolineato Alfano - non vogliamo avere niente a che fare. Il centrodestra del 2013 non c'è più, per questo non ci chiamiamo più Ncd ma alternativa popolare, perché siamo l'alternativa forte e coraggiosa».

Mai tradito Berlusconi
«Noi non abbiamo mai cambiato posizione politica: Berlusconi ha fatto il patto con Bersani per far nascere il governo Monti, poi il governo Letta. Poi ha deciso di rompere. Noi siamo rimasti dove lui ci aveva collocato. Quindi lezioni non ne accettiamo da nessuno», ha detto Alfano. «Il principale protagonista del centrodestra italiano - ha proseguito Alfano - ha fatto bene ha fare quelle scelte, noi eravamo con lui. Poi non abbiamo condiviso la decisione di uscire dal governo Letta. Le accuse di avere tradito e abbandonato sono grandi bugie smentite dalla nascita del governo Monti, Letta e dal patto del Nazareno. Dal 2011 vi è stata piena collaborazione di Berlusconi con la sinistra italiana: col governo Monti, poi con Letta e quindi col patto del Nazareno. Tra cinque mesi Berlusconi sarà lui sulla posizione in cui ci troviamo noi ora».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal