20 febbraio 2020
Aggiornato 20:00
Calcio | Chievo, 2 - Fiorentina, 1

L'amarezza di Pioli: «Questo è un anno di ricostruzione»

L'allenatore della Fiorentina: «Troppi errori. Una volta in vantaggio non abbiamo più lavorato da squadra».

Il tecnico della Fiorentina, Stefano Pioli
Il tecnico della Fiorentina, Stefano Pioli ANSA

VERONA - «Abbiamo fatto troppi errori per portare a casa un risultato positivo: anche mentale, perché dopo il gol segnato abbiamo pensato che la partita fosse in discesa. Questo stop non ci voleva, può però rientrare nella nostra crescita». Così Stefano Pioli, visibilmente amareggiato dopo la nuova battuta d'arresto della Fiorentina, sconfitta dal Chievo al Bentegodi per 2-1.

ANNON DI RICOSTRUZIONE - «Una volta in vantaggio - aggiunge - non abbiamo più lavorato da squadra, concedendo spazio e subendo troppi cross. Contro l'Udinese dobbiamo e vogliamo mettere in campo una prestazione diversa. Approccio? Non poteva essere migliore. Oggi abbiamo concesso tanto, nella fase di non possesso la squadra doveva essere più attenta, intensa e organizzata. Serve pazienza? Nel calcio non esiste - conclude Pioli -, ma ricordo a tutti che questo è un anno di ricostruzione»