24 aprile 2019
Aggiornato 20:30
turismo

Addio al Red carpet, dovrà essere smantellato

Con la fine della stagione estiva il red carpet dovrà essere smantellato. Le prossime strategie punteranno sulle eccellenze enogastronomiche

GENOVA - I sindaci di tutti Comuni che avevano aderito al progetto red carpet dovranno provvedere a smontarlo. Con la fine dell’estate e la ripresa a regime di tutte le attività dopo il periodo delle ferie estive, anche il simbolo dell’attrazione turistica voluto dalla Regione Liguria dovrà essere rimosso.

Addio al red-carpet
Ad affermarlo il governatore Giovanni Toti dopo una conferenza stampa svoltasi ieri durante la quale sono stati annunciati gli ottimi risultati della stagione turistica ligure. Nei primi sette mesi dell'anno hanno superato 2 milioni e 860 mila unità i turisti approdati in Liguria, +5,1% rispetto allo stesso periodo del 2016, e le giornate di presenza sono state 8 milioni e 821 mila, +2,4%.

Nuovo piano sulle eccellenze agroalimentari
Giovanni Toti ha annunciato di aver mandato una lettera a tutti e 32 i sindaci liguri che hanno aderito al progetto, al fine di invitarli allo smantellamento del red-carpet. Le prossime iniziative, afferma Toti, saranno rivolte a valorizzare le eccellenze agroalimentari della Liguria.