7 dicembre 2019
Aggiornato 13:00
Emergenza incendi

Emergenza incendi in Sicilia, da Trapani a Enna e Messina «un inferno dantesco». Case evacuate

L'emergenza incendi non dà tregua in Sicilia: vasti fronti di fuoco sono attivi da ieri nelle province di Enna, Messina e Trapani. Canadair in azione, decine di ettari in fumo. Case e fattorie evacuate

Emergenza incendi in Sicilia
Emergenza incendi in Sicilia ANSA

PALERMO - Un'emergenza di cui pochi stanno, incredibilmente, parlando, e che eppure sta distruggendo intere campagne. L'emergenza incendi non dà tregua in Sicilia: vasti fronti di fuoco sono attivi da ieri nelle province di Enna, Messina e Trapani. Da San Vito Lo Capo ad Enna e Messina i canadair sono in azione. L'autostrada A19 Palermo-Catania, che era stata chiusa tra Caltanissetta ed Enna in entrambi i sensi di marcia è stata riaperta, mentre resta ancora sospesa la circolazione ferroviaria fra Villarosa ed Enna, sulla linea Catania-Fiumetorto-Palermo, dove alcune traverse in legno hanno subito un danneggiamento a seguito di un incendio vicino ai binari. Tra Caltanissetta Xirbi ed Enna è stato istituito il servizio sostitutivo con autobus. Numerose abitazioni e aziende sono state evacuate dai Vigili del fuoco che con il corpo forestale hanno lavorato per impedire alle fiamme di raggiungere case e un deposito di carburanti. La situazione più critica al momento è alle pendici di Calascibetta, con la vallata di Scaldaferro, sottoposta al vincolo paesaggistico, in fumo con abitazioni, aziende e capannoni. Greggi e animali selvatici morti tra le fiamme e linee elettriche e telefoniche gravemente danneggiate. Decine le persone salvate da vigili del fuoco, forestale, i carabinieri, polizia.

"Un inferno dantesco"
"Un inferno dantesco" racconta una donna, Milena Romeo, rimasta intrappolata con la sua auto mentre stava percorrendo l'autostrada A/18 nel Messinese. Il fuoco a pochi centimetri dalle auto, tamponamenti a catena davanti ai miei occhi. "Il fumo era così denso che era difficoltoso anche respirare". Ormai è un vero e proprio bollettino di guerra quello che si regista da una parte all'altra della Sicilia. Fiamme sono divampate soprattutto a Messina e Enna. La morsa degli incendi nelle colline e nelle pinete che sovrastano la città dello stretto, nelle frazioni di San Michele e Annunziata ha attanagliato anche oggi la zona. Per tutta la giornata sono continuate le operazioni di spegnimento delle squadre dei Vigili del Fuoco, supportate dagli interventi dei Canadair.

Residenti e animali evacuati
Dall'altro versante nel centro della Sicilia la situazione non è migliore. Un incendio di vaste dimensioni è divampato sopra la galleria Fortolese, sulla A/19 Palermo-Catania, nei pressi dello svincolo per Enna ha risalito il costone roccioso della cittadina di Calascibetta e si è propagato fino a raggiungere il cimitero di Enna. Alcuni residenti nella vallata sono stati costretti ad abbandonare precipitosamente le loro abitazioni e gli animali di alcune fattorie. Altri sono stati fatti evacuare dai soccorritori. E anche nel Palermitano sono divampati roghi in contrada Costa Vuturo a Torretta (Pa) e nel territorio di Petralia Sottana e Soprana (Pa). pa