Torna il caldo, ma non al nord

Meteo: Caronte si rifà vivo e torna l’estate (calda)

Le previsioni per questo weekend e per le prossime settimane sono all’insegna del ritorno dell’estate, con il gran caldo regalato da Caronte, ma al Nord le cose andranno diversamente

Con Caronte torna il gran caldo
Con Caronte torna il gran caldo (Juergen Faelchle | shutterstock.com)

ROMA – L’estate, che sembrava avere subìto uno stop dopo il caldo africano di qualche settimana fa, pare stia per tornare alla grande grazie a Caronte, il ben noto anticiclone che ha fatto boccheggiare l’Italia. Ma, se per il Centro e il Sud ci si deve aspettare il ritorno del gran caldo, qualcosa inizierà a cedere al Nord.

Le previsioni per il weekend
Secondo iLMeteo.it, nel weekend 8-9 luglio ci sarà il picco del caldo dell’anticiclone Caronte, ma in particolare al Centro e al Sud. Al Nord, invece, «aria più fresca atlantica riuscirà a destrutturare l’anticiclone africano Caronte che inizierà a perdere potenza». Nello specifico avremo per sabato 8 luglio «bel tempo soleggiato su quasi tutte le regioni. Qualche rovescio interesserà i settori alpini centro-occidentali. Caldo intenso».
Per domenica 9 luglio, «il tempo inizia a peggiorare dalle ore centrali su Alpi e Prealpi con temporali forti che, occasionalmente, nel corso del pomeriggio inoltrato si porteranno fin verso la Pianura Padana a Nord del Po, specie tra Veronese, Vicentino, zona Garda. Possibili grandinate e locali trombe d’aria (o tornado, Ndr). Sole prevalente e caldo sul resto delle regioni».
Le temperature saranno «molto calde su tutte le regioni con valori massimi fino a 38/39 °C su Emilia Romagna, basso Veneto, bassa Lombardia, Foggiano, Tarantino, Materano, Medio Campidano, Cagliaritano e Iglesiente interni. Da domenica diminuzione termica al Nord, anche di 3/5 °C, eccetto che in Emilia Romagna».

Le previsioni di luglio
Per il mese di luglio, 3Bmeteo.com propone la sua previsione che, tuttavia, essendo a lungo raggio è di natura sperimentale. L’anticiclone dovrebbe continuare a interessare «buona parte dell’Europa centro occidentale e Mediterranea». Di conseguenza anche l’Italia dovrebbe esserne interessata. Per cui dovremmo avere tempo e clima estivi, con «temperature sopra le medie del periodo, eccetto per l’estremo Sud dove i valori risulterebbero più in linea con la climatologia del periodo. Il mese vedrebbe delle fasi meteo contrapposte con periodi caldi e secchi, ma interrotti da incursioni fresche e temporalesche e con bruschi cali delle temperature. I fenomeni per via dei contrasti termici potrebbero risultare anche di forte intensità. Le precipitazioni dovrebbero prediligere in particolare Alpi, Nord Est e dorsale specie adriatica».