23 ottobre 2019
Aggiornato 14:30

Mussolini: «Io kamikaze per conto di Berlusconi per fermare la Meloni»

La capolista di Forza Italia a Roma confessa che la sua missione era quella di impedire, per volere di Berlusconi, che Giorgia Meloni arrivasse al ballottaggio. Duro il commento dell'ex candidata: «Operazione da bassifondi»

ROMA - Gli strascichi dello strappo romano, com'era inevitabile, continuano a creare tensioni all'interno del centrodestra. A generare l'ultimo casus belli è un'intervista al «Messaggero» di Alessandra Mussolini, capolista di Forza Italia nelle elezioni capitoline. Una frase in particolare: «La mia missione, per volere di Berlusconi - dice - era impedire l'accesso della Meloni al ballottaggio». Aggiunge di «aver fatto una kamikazzata» ma che «l'obiettivo è stato colpito» perché «Meloni e Salvini, a Roma, volevano fare la pelle a Berlusconi e diventare padroni di tutto il centrodestra italiano ma non hanno fatto i conti con la kamikaze che li ha abbattuti».

La risposta di Meloni
Parole che ovviamente hanno suscitato l'indignazione di Fratelli d'Italia, il partito di cui Meloni è presidente. La richiesta, rivolta a Forza Italia, è quella di smentire immediatamente, quella che viene definita una «operazione di killeraggio» fatta da «rottami arruolati nei bassifondi della politica». Ciò che racconta Mussolini - scrive su Facebook Meloni - è «quello che noi abbiamo sostenuto fin dal primo giorno: l'appoggio di Berlusconi a Marchini a una coalizione senza alcuna possibilità di vittoria, che metteva insieme Alfano e Storace, Casini e Alemanno, poteva spiegarsi solo con la volontà di ostacolare il centrodestra e aiutare il Pd di Renzi ad arrivare al ballottaggio. Chissà in cambio di quale cortesia».

Elettori di centrodestra ingannati
«Ora Alessandra Mussolini, che non è mai stata famosa per la sua astuzia, lo dichiara apertamente mettendo a nudo - prosegue Meloni - tutto lo squallore dell'operazione messa in campo a Roma». Come spiega la leader di FdI, «sono dispiaciuta soprattutto per gli elettori di centro destra che, in buona fede, hanno seguito le indicazioni di Berlusconi e di Forza Italia, non capendo che qualcuno li stava ingannando e stava utilizzando i loro voti per rafforzare il Governo Renzi Alfano». E conclude: «Sono certa, però, che capita la lezione, non si faranno prendere in giro la prossima volta. P.S.: Chissà se i vari Berlusconi, Matteoli, Gasparri, Brunetta e il resto di Forza Italia reputeranno di dover smentire le parole della loro capolista a Roma...».


(con fonte Askanews)