15 dicembre 2019
Aggiornato 13:00
per ordine del commissario capitolino

Lotta al degrado a Roma, Vigili in azione contro i parcheggiatori abusivi

Nel mirino della Polizia locale venditori, parcheggiatori e "tavolini selvaggi"

Una volante della Polizia di Stato.
Una volante della Polizia di Stato. Shutterstock

ROMA - E' scattato come un blitz a largo raggio, a Roma, l'attacco dei Vigili contro parcheggiatori e venditori abusivi, senza tralasciare i "tavolini selvaggi".

Il blitz contro il degrado e l'abusivismo
In osservanza alle recenti disposizioni del Commissario Straordinario Francesco Paolo Tronca, riguardanti il contrasto al degrado e all'abusivismo, oggi la Polizia Locale ha infatti effettuato - come spiega una nota del Comando generale - una serie di operazioni in contemporanea in diversi punti della città, per il controllo dei parcheggiatori, dei venditori abusivi, e del posizionamento di tavolini non autorizzati da parte dei ristoranti.

L'intervento contro i parcheggiatori abusivi
Sin dalle prime ore della mattinata, agenti del GSSU motociclisti in borghese hanno operato alla ricerca di parcheggiatori fuori di ospedali, tra cui Policlinico Umberto I e Bambin Gesù, e anche in alcuni parcheggi interessati dal fenomeno, tra cui Piazzale del Verano, la Stazione Tiburtina, Piazzale Clodio e Santa Croce in Gerusalemme.

Sequestrati oltre 2500 articoli
Riguardo il contrasto all'abusivismo commerciale, nelle aree turistiche i Vigili hanno sequestrato bottigliette d'acqua, bastoni per selfie, cover per cellulari, cappelli, berretti, collanine e prodotti di artigianato, in particolare nelle aree del Vaticano e al Colosseo: 35 i sequestri, per un totale di 2500 articoli solo a metà giornata.

La Task Force a S. Maria in Trastevere
La Task Force del Comando Generale ha invece operato in contemporanea nella zona della Basilica di S. Maria in Trastevere, anche qui con ausilio di personale GSSU e del gruppo Trevi: qui sono stati eseguiti tre sequestri penali a tre diverse attività di somministrazione che, nonostante provvedimenti di sequestro pregressi per occupazione di suolo pubblico, avevano ri-posizionato altri tavolini.

Gli interventi del gruppo Trevi
Accertando la recidiva i Vigili sono intervenuti di nuovo, sequestrando ancora arredi, tavoli, sedie e ombrelloni, con stavolta una denuncia penale a carico di ognuno dei responsabili delle tre attività. Sempre a Trastevere, il gruppo Trevi ha effettuato numerosi controlli in Via della Lungaretta fino a Piazza Piscinula: sono stati controllati titoli, mq occupati e pagamenti dei tributi di diversi ristoranti. Alcune delle attività sono state invitate a presentare documenti mancanti, e in caso di eventuali irregolarità scatteranno i verbali per i trasgressori.