29 settembre 2020
Aggiornato 21:30
il pronostico di giorgia

Roma, Meloni: «Giachetti e Raggi sono due facce della stessa medaglia. Vincerò io»

La candidata sindaco di FdI ha rilasciato un'intervista a Radio Cusano Campus. E non le manda a dire a Roberto Giachetti e Virginia Raggi

ROMA - Giorgia Meloni, neocandidata per la poltrona del Campidoglio, risponde alle accuse rilasciando un'intervista ai microfoni di Radio Cusano Campus.

"Io e Salvini non siamo dei ragazzotti"
«Io e Salvini non siamo dei ragazzotti, io sono il presidente di un partito politico che ho fondato insieme ad altri folli come me, senza che nessuno ci desse una mano, non dobbiamo niente a nessuno. Quello che abbiamo lo dobbiamo agli italiani che ci seguono e che sanno che siamo all'opposizione del governo Renzi», ha detto Giorgia Meloni a proposito delle polemiche nel centrodestra sui candidati alle prossime elezioni amministrative. «Attenzione - ha ammonito la candidata sindaco a Roma - a non compromettere i risultati delle amministrative per delle impuntature, mi aspetto che anche gli altri mettano da parte i tatticismi e gli interessi di partito».

"Arriverò io al ballottaggio"
«Praticamente è come se mi fossi iscritta al M5S, questo è il giornalismo italiano. I giornalisti devono semplificare. Al momento escludo di votare qualcun altro al ballottaggio, se mi sono candidata è perché penso di arrivarci io al ballottaggio", ha precisato la Meloni ai microfoni di Radio Cusano Campus tornando su un suo eventuale appoggio a Virginia Raggi in caso di ballottaggio M5S e Pd. «Semmai mi chiedo - ha aggiunto la candidata sindaco a Roma per FdI - con chi arriverò al ballottaggio. Tra l'altro, considero Giachetti e la Raggi due facce della stessa medaglia perché Pd e M5S sono entrambi di sinistra, lo sono nelle scelte fondamentali, come ad esempio sull'immigrazione. Mi troverei comunque in estrema difficoltà a votare un esponente della sinistra. Noi vogliamo occupare il campo avverso alla sinistra».