28 settembre 2020
Aggiornato 17:30
L'uomo è stato arrestato in Germania

Ucciso in casa nel 2013, arrestato assassino

La vittima fu trovata dalle forze dell'ordine con le mani legate dietro la schiena,

ROMA - La sezione omicidi della Squadra Mobile di Roma ha arrestato il responsabile dell'omicidio di Michelangelo Salpietro, 59 anni, originario di Potenza, trovato morto il 24 luglio 2013 nella sua abitazione di Roma.

Arrestato in Germania
L'uomo che avrebbe ucciso Michelangelo Salpietro è stato arrestato in Germania nei giorni scorsi, ma la notizia è stata diffusa solo oggi. Il corpo di Michelangelo era stato ritrovato all'interno dell'appartamento con le mani legate dietro la schiena. Secondo le ipotesi più accreditate, l'omicidio si consumò dopo una notte di sesso, forse un gioco erotico finito male.

Il ritrovamento
A trovare l'uomo in casa sua fu la sorella, che, non ricevendo risposta dal fratello da diversi giorni decise di entrare in casa di Michelangelo. Una volta in casa, la sorella della vittima trovò la camera di Salpietro chiusa a chiave, decidendo così di rivolgersi alle forze dell'ordine. Gli agenti di polizia, entrando nella stanza hanno scoperto il corpo senza vita di Michelangelo.