12 aprile 2021
Aggiornato 09:30
Il leader de LaDestra sfida Bertolaso e Giachetti

Storace: Il 6 marzo al via la campagna elettorale

Il candidato a sindaco lancia la sfida al centrosinistra di Giachetti e al centrodestra di Bertolaso. L'inizio della campagna coincide, non a caso, con le primarie del Pd

ROMA - «Qui sapete bene cosa è accaduto quando ci fu l'alluvione: Bertolaso voleva bombardare questo luogo e se pensate a quanta cultura e storia rappresenta... lui è un tipo piuttosto irruento Roma ha bisogno di serenità e credo che dobbiamo garantire ai cittadini di Roma 5 anni in cui possano essere lasciati in pace e ci sia qualcuno in grado di risolvere i loro problemi e purtroppo non c'è all'orizzonte nessuno dei miei competitori in grado di spiegare cosa potrà accadere». Così il leader de La Destra e candidato sindaco a Roma, Francesco Storace, ha spiegato ai giornalisti il perché di un appuntamento con la stampa convocato a Ponte Sant'Angelo questa mattina ricordando appunto l'episodio che vide protagonista l'allora capo della Protezione Civile Guido Bertolaso.

Campagna elettorale con primarie Pd
«Da oggi si mette in moto il meccanismo che porterà il giorno delle primarie del PD ad aprire la nostra campagna elettorale al Quirino dove porteremo centinaia di comitati per Storace sindaco e la faremo il giorno delle primarie perché sia una festa della democrazia e la c'ero la nostra sfida al PD lanciando un appello alla destra diffusa, alla destra oltre ogni barriera». Storace ha sottolineato la necessità di porre l'attenzione su Roma, sulla città e sui suoi problemi, ponendo l'accento sull'intenzione di voler chiamare il PD alle sue responsabilità.

Il debito di Roma
«Oggi su un quotidiano ho letto del debito che è una notizia spaventosa e dei 22 miliardi del 2008 ne sono rimasti 14 e noi per 15 anni dovremo pagare 1 miliardo l'anno. Se sarò sindaco questo è un problema di cui dovremo farci carico e io chiamerò l'opposizione, Giachetti, per farmi spiegare cosa è successo perché lui certamente sa in quegli anni cosa è accaduto e perché si è dilapidata una marea di soldi. Occorre capire come si può rinegoziare questo mare di risorse risorse credo che maggioranza e opposizione a trovare una soluzione». «Roma ha bisogno di idee chiare e non ha più bisogno di esperimenti» ha aggiunto Storace ricordando l'appuntamento del 6 marzo con il lancio della campagna elettorale.

(con fonte Askanews)