18 giugno 2021
Aggiornato 17:30
le proteste dei cittadini romani

Via Tiburtina, i lavori per la corsia preferenziale non finiscono più

Doveva essere conclusa nel 2015, ma gli operai sono ancora all'opera e i lavori sono lungi dall'essere terminati

ROMA - I cantieri di Roma, si sa, hanno una data di inizio lavori ma non quella per la fine. Succede spesso, infatti, che non venga rispettata, ma piuttosto semplicemente dimenticata. E' il caso dei lavori per la corsia preferenziale su via Tiburtina.

La corsia preferenziale su via Tiburtina
Doveva essere conclusa nel 2015, ma gli operai sono ancora al lavoro. La corsia preferenziale su via Tiburtina era stata promessa ai cittadini romani nel lontano 2008, ma i lavori sono lungi dall'essere terminati. Procedono invece a rilento, creando notevoli disagi al traffico locale.

Promesse non mantenute
L’implementazione delle corsie preferenziali era stato uno degli slogan più usati durante le precedenti campagne elettorali e secondo il Piano Regolatore del Traffico del 2014 dovevano crescere del 40%, passando da 100 a 140 km nella Capitale, al fine di decongestionare la mobilità piuttosto sofferta della città eterna. Tuttavia, queste promesse non sono state mantenute, e anche via Tiburtina ce lo ricorda tutti i giorni. I residenti chiedono all'amministrazione capitolina di accelerare i tempi per la chiusura dei cantieri. Ci auguriamo che vengano ascoltati.