8 maggio 2021
Aggiornato 14:30
La decisione di Casaleggio

Comunali Roma, la stretta del M5s: 150mila euro di multa a chi dissente

Lo pubblica la Stampa. Casaleggio fissa una penale di 150 mila euro. Attraverso la deputata M5s romana Roberta Lombardi, Casaleggio ha preteso che i candidati del M5s alle elezioni per il Campidoglio lo firmassero

ROMA - Centocinquantamila euro di multa per chi disobbedisce: è la pena che Gianroberto Casaleggio prevede per punire chi dissentirà, dopo le imminenti elezioni per il Campidoglio. A rivelarlo è un documento di tre pagine, pubblicato oggi dalla Stampa, relativo alla campagna per la scelta del nuovo sindaco di Roma.

La tassa
«Il candidato - si legge nel documento pubblicato dal quotidiano di Torino - accetta la quantificazione del danno d'immagine che subirà il M5s nel caso di violazioni dallo stesso poste in essere alle regole contenute nel presente codice e si impegna pertanto al versamento dell'importo di 150mila euro, non appena gli sia notificata formale contestazione a cura dello staff coordinato da Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio».

La firma dei candidati romani
Il documento si articola in dieci punti e Gianroberto Casaleggio, attraverso la deputata M5s romana Roberta Lombardi ha preteso che i candidati del M5s alle elezioni per il Campidoglio lo firmassero.

(con fonte Askanews)