19 agosto 2019
Aggiornato 05:30

Salvini: «Ce la metterò tutta per riunire, accogliere ed allargare il centrodestra»

Il leader della Lega Nord: «Se qualcuno in Forza Italia pensa alla sua poltrona, il posto nel centrodestra non è per lui. Incontrerò Della Valle, ma non ci sto a imbarcare tutti».

Bologna, 19 dic. - L'unità del centrodestra, dopo la decisione di Forza Italia di non votare la mozione di sfiducia al ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, «non rischia di traballare». Ma non c'è posto «per chi pensa alla poltrona». Il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, si impegnerà per «riunire, accogliere ed allargare» la coalizione.
«No non rischia di traballare l'unità del centrodestra - ha detto Salvini a margine del congresso della Lega Nord Emilia a Parma -. Gli italiani vogliono mandare a casa questo governo, vogliono un po' più di lavoro e un po' meno immigrati clandestini in giro. Io ce la metterò tutta per riunire, accogliere ed allargare».
«La Lega cresce, ma non basta - ha aggiunto il segretario -. Conto che Forza Italia e tutti gli sfiduciati ci diano una mano. Se qualcuno in Forza Italia pensa alla sua poltrona, il posto nel centrodestra non è per lui».

Incontrerò Della Valle, ma non ci sto a imbarcare tutti
«Sono convinto che occorre avere un programma chiaro, idee chiare e io da solo non ce la faccio. Oltre a Berlusconi, apro a tutti i soggetti politici che non si riconoscono nella sinistra e condividono le nostre idee. Di certo non bisogna commettere l'errore del passato di far entrare dentro tutti, perché poi si rischia di tirare dentro a anche i vari Fini, Casini, Follini, ecc? La Lega ha tanti difetti, ma è coerente. Noi quello che diciamo facciamo. Dai tempi di Monti noi siamo all'opposizione. Forza Italia ha cambiato idea diverse volte, ma ora mi sembra che la loro opposizione al governo Renzi sia decisa». Lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini, rispondendo sulla possibilità di adesioni di personaggi della società civile al progetto di rilancio del centrodestra a partire dalle prossime elezioni Comunali.

Non basta avere una bella cravatta per stare con noi
«Della Valle - ha risposto in particolare Salvini, ospite a Radio Campus - non lo conosco. Lo conoscerò volentieri, però vorrei sapere cosa ne pensa delle nostre battaglie storiche ad esempio sulla legge Fornero, sulle politiche dell'immigrazione. Non basta avere una bella cravatta per stare con noi».
Idem sulla possibilità che sia Bruno Vespa un possibile outsider del centrodestra per il Campidoglio. «Non penso - ha risposto - si voglia lanciare in questa avventura. C'è più di una persona che si è messa a disposizione per Roma e Milano, sceglieremo la migliore tra questi».