2 agosto 2021
Aggiornato 07:00
Il candidato a sindaco da Rutelli

Marchini: Io candidato Pd? Assolutamente no

Questo è il tempo dell'ascolto e del consenso, secondo il costruttore romano, che, ospite della kermesse di Francesco Rutelli, punta l'attenzione sull'importanza della componente della società civile per cambiare Roma

ROMA - «Roma è in grande difficoltà, gli estremismi ideologici generano una società divisa ed è tutto ciò di cui la città non ha bisogno. Ora è il tempo di meritare un consenso più ampio per fare i cambiamenti che servono, è giunto il momento di aprire un nuovo ciclo dopo che quello vecchio si è concluso, simbolicamente, dal notaio». Lo ha detto il candidato sindaco Alfio Marchini a margine della convention «La prossima Roma», organizzata da Francesco Rutelli.

Politica e società civile insieme per Roma
«Ho preferito ascoltare perché non è ancora il tempo dei comizi. È importante che Francesco abbia colto il nuovo ruolo che deve avere il civismo che è quello di ossigenare la politica, perché il dualismo dei divisori di professione non ha senso», ha detto ancora il candidato sindaco Alfio Marchini. «È giunto il tempo che la società civile ossigeni la politica. Non è un dualismo tra partiti e società civile perché il civismo è politica e non può esserci buona politica senza una spinta civica. Così come non credo al civico puro che non sia in grado di trasformare le proprie passioni in qualcosa che abbia una direzione politica bene precisa», ha affermato con convinzione il costruttore romano. «Io lavorai con Rutelli nel '95. Fu un'esperienza straordinaria e la dimostrazione che la politica può essere anche serietà concretezza e onestà», ha continuato Marchini.

Recuperare la fiducia dei romani
«Credo che sia complicato recuperare la fiducia degli elettori ma noi abbiamo la dimostrazione di aver reso onore al mandato di due anni fa. Abbiamo fatto ciò che abbiamo promesso: siamo riusciti a mandare a casa un'esperienza non positiva», ha affermato il candidato sindaco di Roma. «Oggi è il tempo dell'ascolto e credo che l'iniziativa di Rutelli sia positiva perché tutti ciò che concorre a mobilitare la società civile sia una cosa positiva», ha concluso.

«Io candidato Pd? Assolutamente no»
La lista Marchini si collocherà a destra o a sinistra nelle prossime elezioni amministrative? Il diretto interessato e candidato Alfio Marchini risponde ai giornalisti, che lo interpellano al suo arrivo alla convention La Prossima Roma: «Siamo un movimento che nasce dalla società civile, che ha ritenuto come cosa più giusta dare vita ad una lista per confrontarsi e cercare di cambiare le cose. Molte ne abbiamo cambiate e credo che molte ne cambieremo in futuro». Alfio Marchini esclude categoricamente di partecipare alle primarie Pd per il Campidoglio. «Assolutamente no, ma che primarie», ha risposto il candidato sindaco a chi gli chiedeva se si sarebbe presentato alla consultazione del Pd, al suo arrivo alla convention convocata da Francesco Rutelli La Prossima Roma.

(con fonte Askanews)