23 agosto 2019
Aggiornato 10:30
Roma si prepara all'evento religioso

Sabella: per il Giubileo, controlli molto rigidi sugli appalti

Meccanismi di trasparenza, rotazione, concorrenza. è così che il Comune di Roma cercherà di contrastare la corruzione nell'ambito dei lavori del Giubileo

ROMA (askanews) - «Roma capitale si è dotato di meccanismi di controllo molto rigidi degli appalti». Lo ha detto l'assessore alla Legalità di Roma Capitale, Alfonso Sabella, al termine della firma all'Anac, sulle linee guida per gli appalti del Giubileo.

I meccanismi da adottare
«Ma Roma è più realista del re, perché per quello che riguarda gli appalti del Giubileo adotteremo dei meccanismi di trasparenza, rotazione, non discriminazione, concorrenza che vanno ben al di là di quelli minimi previsti dalla legge», ha aggiunto.

Assicurare il contrasto alla corruzione
«Se la legge ti dice di invitare cinque imprese noi ne inviteremo 30, se la legge ti dice che devi scegliere con determinati critieri con determinati criteri trasparenti le commissioni giudicatrici noi le sceglieremo per sorteggio, se la legge ti dice che le ditte le puoi individuare sulla base di un intuito persone noi le sceglieremo con un sistema casuale determinato da un computer. Questo per assicurare il maggiore contrasto alla corruzione», ha sottolineato Sabella.