20 settembre 2019
Aggiornato 07:00
Il leader della Lega Nord al workshop Ambrosetti

Salvini: «L'abolizione della Tasi è la solita 'renzata'»

Secondo il segretario federale, Matteo Renzi pensa a conquistare i voti ma non lavora per il bene dell'Italia

CERNOBBIO (askanews) - Il leader del Carroccio è intervenuto anche quest'anno al Workshop Ambrosetti, a Cernobbio, ed ha profetizzato sibillino che Matteo Renzi non sarà di nuovo presente il prossimo anno come Presidente del Consiglio. La lega Nord si dice pronta a governare e Salvini non vede l'ora di tornare alle urne.

Salvini: La Lega è pronta per governare
Il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, è intervenuto per il secondo anno consecutivo alla platea del forum Ambrosetti in corso a Cernobbio, con l'obiettivo, ha detto, di presentarsi come leader di un movimento pronto per governare. «Penso di avere costruito e spiegato cosa farà la Lega al governo. Non c'è solo contestazione ed è stato apprezzato: meno tasse e meno vincoli». Salvini, riferendosi al debutto di ieri a Villa d'Este di Matteo Renzi, ha poi aggiunto una previsione: «L'anno prossimo non sarà qui come presidente del Consiglio». Quanto al proprio futuro Salvini ha ribadito che vorrebbe «essere messo alla prova dei fatti anche domani» in un ruolo di governo. A decidere quale, ha concluso, saranno comunque «gli elettori».

Il taglio delle tasse è la solita "renzata"
Salvini ha detto inoltre che voterebbe a favore dell'abolizione della tassa sulla casa, promessa dal premier Matteo Renzi, ma teme che si tratti della «solita renzata». Lo ha detto al suo arrivo a Villa d'Este. «Qui a Cernobbio c'è una platea attenta che non si fa infinocchiare, piaccia o non piaccia quello che ho detto ieri agli allevatori in Valtellina lo dirò qui a Cernobbio perché io parlo con tutti» ha aggiunto il leader della Lega a proposito del suo intervento. «Sia sugli immigrati sia sulla politica economica - ha spiegato - la ricetta della Lega è l'opposto di quella di Matteo Renzi. E anche riforme come l'abolizione della tassa sulla casa l'abbiamo già fatta noi. Certo che la voteremo, ammesso e non concesso che non faccia l'ennesima 'renzata', ma ormai me l'aspetto». Salvini ha quindi fatto riferimento alla «bufala degli 80 euro, si vede che Renzi è uno che pensa ai voti e al domani e non lavora per l'Italia» ha concluso.