20 aprile 2021
Aggiornato 18:00
Salvini vs papa francesco

Giubileo, Salvini: «Dico "No" all'amnistia di Papa Francesco con tutta la mia forza»

Il segretario del Carroccio non ha dubbi: "Rispetto per Papa, ma chi ha sbagliato deve scontare tutto"

ROMA (askanews) - Nella Capitale fervono i preparativi per il Giubileo, che inizierà l'8 dicembre. Ma l'iniziativa di Papa Francesco non è piaciuta al leader del Carroccio, che non esita a criticare perfino la più illustre autorità religiosa della città. Dopo l'indulgenza plenaria, dell'amnistia il leader della Lega Nord proprio non vuol sentire parlare.

Salvini: Rifiuto l'amnistia del Papa
«La grande amnistia la rifiuto con tutta la mia forza. L'Italia ha bisogno della certezza della pena, chi sbaglia paga. Se qualcuno è stato condannato a dieci anni di carcere, non è che, perché c'è il Giubileo, esce cinque anni prima e ricomincia a stuprare, rapinare o spacciare, ha detto a Sky TG24 Pomeriggio il leader della Lega Nord Matteo Salvini, commentando la proposta di Papa Francesco di concedere un'amnistia in occasione del Giubileo. «Con tutto il rispetto per il Papa, da amministratore pubblico ritengo che, se vieni condannato a dieci anni di galera, stai in galera fino all'ultima ora dell'ultimo giorno della tua pena», ha concluso Salvini.

Al via i cantieri anche per l'ospedale S. Camillo
Intanto dalla regione fanno sapere che proseguono i lavori per lil Giubileo. "Sono stati aperti questa mattina i cantieri anche all'ospedale San Camillo di Roma. Si completa così la lista delle 11 strutture della Capitale e una nell'hinterland interessate dai lavori programmati per il Giubileo. Le opere sono finalizzate a potenziare l'area dell'emergenza».Ad annunciarlo è la Regione Lazio spiegando che «i lavori presso l'Azienda ospedaliera San Camillo termineranno il 24 novembre prossimo. Roma avrà dunque una rete dell'emergenza adeguata all'evento del Giubileo e capace di soddisfare i bisogni dei cittadini, dei pellegrini e dei turisti».