8 aprile 2020
Aggiornato 16:00
Acqua potabile

Sarà abbattuta la torre dell'acquedotto di Santhià

Costruita sul finire degli anni Venti ormai è in disuso. Il servizio svolto dalla torre è stato sostituito da alcune pompe che regolano la pressione dell'acqua

SANTHIÀ - Demolita, rasa al suolo. Questo sarà il destino della torre con la vasca pensile di piazza Allende. La struttura, costruita sul finire degli anni Venti, ormai non è più utilizzata nel circuito di distribuzione dell'acqua potabile di Santhià. Date le condizioni non particolarmente buone della struttura, la Sii (Servizio Idrico Integrato Srl) ha ritenuto opportuno rimuoverla.

OPERAZIONE - Il direttore tecnico della Sii, Renato Martinuzzi, ha spiegato che «la demolizione della torre pensile in piazza Allende dovrebbe avvenire al massimo subito dopo l'estate». Il piano di abbattimento è stato avviato già da tempo, ma la presenza di un cavo dell'Enel appoggiato alla parte superiore della torre sta causando dei ritardi. L'amministrazione comunale santhiatese ha già richiesto alla società distributrice dell'energia elettrica che il cavo venga rimosso. «Non appena ciò avverrà - aggiunge Martinuzzi - noi daremo subito il via all'abbattimento, perché abbiamo già fatto la gara di appalto per i lavori e idraulicamente è già stato scollegato tutto da tempo». La rimozione sarà quasi totale arrivando fino a raso del prato sottostante. Le valvole di sezionamento e altre apparecchiature di servizio verranno inglobate in un pozzetto e al massimo si vedrà solamente più una soletta con dei chiusini. Verso la fine di giugno dello scorso anno, dalla vasca pensile c'era stato un trafilamento d'acqua, risolto in breve tempo. «Dal punto di vista idraulico, però, avevamo già programmato un intervento sulla struttura perché il pensile era ormai fatiscente. Per il servizio idrico questa costruzione non ha più particolare importanza. L'acqua che veniva accumulata nella vasca arrivava dal pozzo di via Dante così abbiamo collocato una pompa con inverter per regolare la pressione e ora è possibile rimuoverla». Durante le operazioni di abbattimento non ci saranno interruzioni nella distribuzione dell'acqua.

PERDITA - Domenica 24 maggio i tecnici della Sii sono intervenuti per riparare una perdita da una conduttura in via Alfieri, angolo via Dante. Per alcune ore, durante la mattinata, una parte di Santhià è rimasta senz'acqua. Un altro intervento riguarderà proprio il tratto di condutture che passano sotto via Dante. «Stiamo monitorando la presenza di sabbia nell'acqua - conclude il direttore tecnico -. Una volta definita la tipologia del problema probabilmente sarà collocato un filtro, nel frattempo stiamo facendo degli spurghi sulla rete di distribuzione».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal