1 ottobre 2020
Aggiornato 19:30
M5s contro il ministro per le Riforme

Dadone: Boschi, la proposta sulm conflitto d'interessi c'è già

«Fa sorridere il ministro Boschi che pensa a portare in Aula 'un conflitto d'interessi' dopo che la maggioranza ha affossato la proposta di legge arrivata alla Camera negli scorsi mesi». Lo afferma in una nota il capogruppo del M5s alla Camera, Fabiana Dadone.

ROMA (askanews) - «Fa sorridere il ministro Boschi che pensa a portare in Aula 'un conflitto d'interessi' dopo che la maggioranza ha affossato la proposta di legge arrivata alla Camera negli scorsi mesi». Lo afferma in una nota il capogruppo del M5s alla Camera, Fabiana Dadone.

Già insabbiato a gennaio e aprile
«Ricordiamo infatti al ministro che a gennaio e poi ad aprile l'esame del conflitto di interessi è stato aggirato e insabbiato grazie anche alla complicità del presidente forzista della commissione Affari costituzionali Francesco Paolo Sisto». «C'è in Parlamento una proposta di legge: è questa che deve fare il proprio iter fino ad essere approvata, non l'ennesimo decreto che commissaria le istituzioni democraticamente elette di questo Paese. Il ministro Boschi farebbe bene a pensare ai propri conflitti d'interessi».

Pronti a votare norma seria
«E' stata lei ad apporre la questione di fiducia sul decreto Banche popolari che riguardava anche Banca Etruria, di cui il padre del ministro era all'epoca vicepresidente. Banca Etruria, peraltro, nelle scorse settimane è stata commissariata da Bankitalia. Noi - conclude Dadone - siamo pronti a votare una norma seria sul conflitto d'interessi: il governo si impegni a non porre veti ed la presidente Boldrini a dare una corsia preferenziale alla norma in esame».