30 novembre 2020
Aggiornato 11:30
Amici animali

Trino vota per il benessere degli animali

Un regolamento a salvaguardia degli animali e del loro benessere, favorirà i principi per una corretta convivenza con l'uomo. Tutelati anche gli insetti

TRINO - Il Comune di Trino condanna e persegue ogni forma di crudeltà e maltrattamento verso gli animali e il loro abbandono. È scritto a chiare lettere all'inizio del nuovo regolamento per la tutela e il benessere degli animali, varato dall'amministrazione comunale. Il documento è corposo e affronta tutti gli aspetti legati alla vita degli animali, siano essi da compagnia, da allevamento o selvatici, e la loro coesistenza con gli esseri umani. Sono analizzate tutte le dinamiche legate alla quotidianità, come l'accesso degli animali sui servizi di trasporto pubblico operanti sul territorio trinese, consentito a tutti quelli d'affezione. La stessa conduzione e il trasporto su mezzi privati sono attentamente definiti. In particolare viene specificamente vietato l'affidamento di cani a persone che per età o condizione fisica siano incapaci di garantire idonea custodia dell'animale stesso. Così come è vietato tenere animali in autoveicoli e sui mezzi di trasporto in sosta senza adeguato ricambio d'aria che deve essere garantito dall'apertura dei finestrini per almeno 6 centimetri su entrambi i lati. Vietatissimo, però, tenere animali sui mezzi di trasporto in sosta al sole durante il periodo compreso tra il 15 maggio e il 30 settembre.

I TEMI - Il regolamento interviene su tutti i temi, compresi la vendita e la cessione, le esposizioni, gli spettacoli, i combattimenti, la produzione, utilizzo e vendita di pellicce di cani e gatti nonché l'uccisione e soppressione. Alcune sezioni sono più analitiche e riguardano specificamente i canili, i gattili e il randagismo, i cani, i gatti, gli equini, i volatili, gli animali acquatici, gli animali esotici, la vivisezione e la sperimentazione. Anche gli insetti hanno una parte a loro dedicata: la tutela della biodiversità in ambito cittadino. Sono considerati parte fondamentale dell'equilibrio ecologico del territorio e del patrimonio culturale e storico della città. Sono così soggetti a particolare tutela le farfalle diurne e notturne, i maggiolini, lo scarabeo dorato, i grilli, le cicale, le libellule, le lucciole e le api. Per loro il Comune curerà con attenzione la preservazione delle aree, delle essenze e delle piante di cui questi insetti hanno particolare necessità.