20 giugno 2019
Aggiornato 19:00
Ultimo avviso di M5S al sindaco

Pizzarotti, spegni l'inceneritore

Durante la conferenza stampa in Senato, Beppe Grillo ha tenuto a specificare che chi è «a favore dell'inceneritore» è fuori dal Movimento. E l'allusione è sembrata tutta dedicata al sindaco «ribelle» Federico Pizzarotti

ROMA - Beppe Grillo difende le procedure di espulsione del Movimento 5 stelle. «Se c'è gente espulsa è stata votata due volte - ha detto nel corso della sua conferenza stampa al Senato - prima dagli attivisti e poi dai parlamentari, io non prendo iniziative».

FUORI DAL MOVIMENTO CHI E' A FAVORE DELL'INCENERITORE -«Se sei a favore dell'inceneritore - ha aggiunto in quella che è parsa una allusione alla possibile estromissione del sindaco di Parma Federico Pizzarotti - io non ti posso dire 'sei a favore dell'inceneritore stai nel movimento', se sei per la scuola privata, la sanità privata, sei fuori. Io cerco di far rispettare queste piccole regole».

FINANZIAMENTO MEDIO DI 50 EURO - Il leader ha inoltre specificato che il M5S «non ha mai avuto 100mila euro di finanziamento, la nostra media è di un massimo di 50 euro»"Dei finanziatori che vogliono - ha aggiunto - pubblichiamo nomi e cognomi. Tutto ciò che avanza lo diamo ai terremotati o ad altre iniziative del genere. Se uno desse 100mila euro, controlleremmo cosa fa, cosa vuole, metteremmo nome e cognome. Ma non è mai accaduto, forse siamo un po' sfigati».