24 ottobre 2020
Aggiornato 05:30
Movimento 5 stelle

Il M5s chiede le dimissioni di Lorenzin

I pentastellati hanno presentato una mozione di sfiducia nei confronti del ministro della Sanità per il suo comportamento nel caso del farmaco Avastis, dove «non è vero che si sia mossa con tempestività», e per la vicenda Stamina

ROMA - «Non c'è nulla di personale contro il Ministro Lorenzin: è educata e magari anche adorabile ma nella sua qualità di ministro è stata attrice di gravissime inadempienze. Dovute a incompetenze o alla volontà di non prendere posizioni?». Lo ha detto la senatrice M5s Michela Montevecchi, in conferenza stampa a Palazzo Madama, presentando la mozione di sfiducia nei confronti del ministro della Sanità per il suo comportamento nel caso del farmaco Avastis, dove «non è vero che si sia mossa con tempestività», e per la vicenda Stamina.

CALENDIZZARLA AL PIÙ PRESTO - «Faremo in modo che la mozione - ha detto il capogruppo al Senato, Maurizio Buccarella - venga calendarizzata al più presto. Se ne parlerà a lungo, penso sia un argomento utile per continuare il lavoro che facciamo in Parlamento e nei consigli regionali, per fare chiarezza con la consapevolezza che non abbiamo nessun interesse da tutelare e questa libertà ci consente di difendere il nostro ruolo di voce dei cittadini nei palazzi».

LEGAMI CON LE LOBBY - Ieri infatti diversi esponenti del partito della Lorenzin, il Nuovo Centrodestra, avevano difeso il ministro sostenendo che la mozione di sfiducia del 5 stelle faceva «pensare - secondo il deputato Ncd Nino Bosco - ad un attacco delle lobbies di potere del mondo dei farmaci, contro il quale il ministro Lorenzin ha assestato un importante colpo»«Le relazioni pericolose ce le ha Ncd con Farmindustria», ha replicato Montevecchi. «Pensavamo quindi - ha aggiunto - che si sarebbero astenuti dal chiamare in causa il rischio di legami con cartelli e lobby, visto che quel rischio ce lo hanno loro, in casa loro».

NESSUNA TEMPESTIVITÀ SU AVASTIS - «Lorenzin dice di essersi mossa immediatamente e con tempestività» sul caso del farmaco Avastis. «A noi - ha detto Montevecchi - non risulta: nel maggio 2013 M5S ha presentato una interrogazione nella quale si chiedeva al Ministro se potesse indicare il costo della spesa sostenuta dal servizio sanitario nazionale se fosse stato rimborsato Avastin anziché Lucentis. Lorenzin non risponde a noi ma a Bindi facendo affermazioni non vere in merito alla maggiore pericolosità di Avastin che non è statisticamente comprovata dai dati in possesso di Aifa. Nell'interrogazione del febbraio 2014 - ha ricordato Montevecchi - Lorenzin afferma che Avastin risulta usato off lebel in vari stati Ue nonché in Usa, Canada, Giappone e Australia. Si contraddice, una contraddizione sintomo chiaramente di una confusione che non dovrebbe regnare nella testa di chi tra le prerogative del dicastero ha di dare risposte puntuali e precise. Il Ministro inoltre si dimentica sempre di citare l'Oms che nell'aprile 2013 raccomandava l'uso di Avastin per patologie oculari e omette la documentazione che comprovasse che Avastin era più insicuro di Lucentis. Lorenzin non ce li ha saputi dare. Li abbiamo acquisiti alla fine di maggio: il numero di eventi avversi gravi legati all'uso di Avastin è leggermente inferiore - 62 - contro i 74 di Lucentis che è il farmaco registrato. Lorenzin affermava di non avere questi dati».

LA SPINOSA QUESTIONE STAMINA - Nella mozione di sfiducia si contesta a Lorenzin anche il comportamento tenuto nella vicenda Stamina: «E' una questione spinosa - ha detto la senatrice 5 stelle Paola Taverna - ci sono migliaia di malati che hanno visto in Stamina una speranza di guarire da patologie senza cura. Da un anno davanti a Montecitorio c'è un presidio permanente e Lorenzin dice che il comitato scientifico che sta esaminando il caso non sarà sottoposto a pressioni da parte del ministero perché ha bisogno di tutto il tempo possibile per esprimersi. Ma queste persone non ce l'hanno tutto il tempo. Si lasciano le persone nel limbo, la situazione non è stata gestita come meritava».