18 novembre 2019
Aggiornato 01:30
Corruzione

Gianni Letta annuncia querele

L'ex sottosegretario alla presidenza del consiglio ha dato incarico al professor Franco Coppi «di procedere in via legale a tutela della sua reputazione in ordine alle notizie oggi diffuse dalla stampa ed ai relativi commenti». Il suo nome è stato accostato all'inchiesta Mose.

ROMA - L'ex sottosegretario alla presidenza del consiglio, Gianni Letta, ha dato incarico al professor Franco Coppi «di procedere in via legale a tutela della sua reputazione in ordine alle notizie oggi diffuse dalla stampa ed ai relativi commenti». Rispetto a quanto riportato oggi da alcuni quotidiani il penalista in una nota sottolinea: «Quanto insinuato circa richieste o ricezioni di denaro da parte del dottor Letta, per sè o per altri, è assolutamente infondato e sarebbe stato sufficiente confrontare in proposito le dichiarazioni rese dal presunto elargitore, signor Mazzacurati, anche con riferimento alla vicenda Lunardi, ha escluso in termini inequivocabili di aver ricevuto richieste di denaro da parte del dottor Letta o dia aver fatto elargizioni in suo favore o per suo conto».