31 ottobre 2020
Aggiornato 09:00
Roma 2013

Campidoglio, Cicciolina in campo

Dopo vent'anni l'ex pornodiva Ilona Staller, in arte Cicciolina, torna in politica e lo fa per candidarsi con il Partito liberale alle prossime elezioni comunali di Roma, in programma il 26 e 27 maggio: «Programma libertario e antiproibizionista»

ROMA - Dopo vent'anni l'ex pornodiva Ilona Staller, in arte Cicciolina, torna in politica e lo fa per candidarsi con il Partito liberale alle prossime elezioni comunali di Roma, in programma il 26 e 27 maggio. Jeans, blusa di seta color ciclamino, giacca blu gessata e consueto trucco molto acceso, Ilona Staller ha ufficializzato stamattina il suo appoggio al Pli e presentato il suo «programma libertario e antiproibizionista».

PARCHI DELL'AMORE - «Sono felicissima di far parte di questo partito meraviglioso, è una proposta che ho caldeggiato da un po' di tempo: il progetto racchiude la necessità di valorizzare i diritti civili in alternativa al bigottismo catto-comunista e clerico-fascista», ha spiegato in una sala affollata di giornalisti e fotografi, dopo aver firmato l'iscrizione al Pli e ricevuto tessera e spilletta.
E sono infatti proprio i diritti civili il punto essenziale del suo programma: «Dare garanzie alle coppie omosessuali, tutelare la dignità dei detenuti e delle donne oppresse, legalizzare le 'non droghe', istituire i parchi dell'amore per legalizzare la prostituzione, tutelare l'ambiente e gli animali». Cose, quasi tutte, sulle quali per la verità il Comune non ha poteri legislativi.