31 ottobre 2020
Aggiornato 10:30
Roma 2013

Marino: «Cambierò il modo di governare Roma»

«La prima cosa che cambieremo è il modo di gestire il Comune e di governare la Città». Lo ha detto Ignazio Marino, candidato alle primarie del centro sinistra per il sindaco di Roma, presentando il suo programma al Teatro Eliseo

ROMA - «La prima cosa che cambieremo è il modo di gestire il Comune e di governare la Città». Lo ha detto Ignazio Marino, candidato alle primarie del centro sinistra per il sindaco di Roma, presentando il suo programma al Teatro Eliseo. Negli ultimi cinque anni «abbiamo assistito allo scempio del bene comune, asservito ad amicizie, parentele, affiliazioni partitiche, senza rispetto dei cittadini, senza nessun progetto di crescita e di sviluppo», ha aggiunto sottolineando che «se vinciamo cambiamo tutto, finirà l'epoca dei privilegi e dei favori. Inizierà quella dei diritti e delle possibilità».

LA CITTÀ CI ASSOMIGLIERÀ - Secondo Marino, «il Comune di Roma deve diventare efficiente, aperto, trasparente, attento a fornire servizi a chi ne ha bisogno e ne ha davvero diritto. Ogni incarico sarà attribuito solo per capacità e curriculum».
«La nostra Città ci assomiglierà: idee, merito e competenza saranno gli unici amici a cui il Comune spalancherà le porte».