19 agosto 2019
Aggiornato 18:00
L'annuncio a «Porta a Porta»

Schifani: La Mauro presiede al Senato, ma rimette il vicariato

Il Presidente del Senato: Spero che ogni gruppo agisca con senso di responsabilità. Niente dimissioni, dunque, ma soltanto la rinuncia al ruolo di vicario, ottenuto dalla senatrice leghista in quanto risultata essere la più votata tra i quattro vicepresidenti

ROMA - Domani Rosi Mauro tornerà sullo scranno piú alto di palazzo Madama per presiedere l'Aula del Senato. Lo ha annunciato a Porta a porta il presidente del Senato, Renato Schifani, sottolineando che «oggi la vicepresidente Mauro ha rimesso nelle mie mani il suo incarico di vicepresidente vicario». Niente dimissioni, dunque, ma soltanto la rinuncia al ruolo di vicario, ottenuto dalla senatrice leghista in quanto risultata essere la più votata tra i quattro vicepresidenti.

Spero che ogni gruppo agisca con senso di responsabilità - Per Schifani, quella di Rosi Mauro, molto criticata ed espulsa dalla Lega per non aver lasciato la carica al Senato, «è stata una scelta per cercare di riportare un clima sereno nelle istituzioni. Mi auguro - ha detto Schifani - che ogni gruppo si comporti con responsabilità».
«Quando o se la presidente Mauro sarà chiamata a rendere conto alla magistratura, fará il suo ruolo di cittadino, ma finchè questo non avverrà mi auguro che questo gesto contribuirà a rasserenare il clima. Se si fosse macchiata di partigianeria o di incapacità di gestire l'Aula - ha concluso Schifani - si poteva parlare, ma questo non è avvenuto. Spero che domani ogni gruppo agisca secondo responsabilità».