20 gennaio 2022
Aggiornato 14:30
Contrastro all'evasione fiscale

Fisco, Napoli (Pdl): Befera faccia il suo dovere senza umiliare nessuno

Il vicepresidente dei Deputati del PDL: Abbia almeno il pudore di non prendere a schiaffi il Governo precedente

ROMA - «Il dott. Attilio Befera è un personaggio mediatico di gran successo. Le sue tirate contro l'evasione fiscale trovano accenti degni di fra' Savonarola e impressionano il pubblico dei contribuenti. Molto meno, secondo me, impressionano la platea degli evasori». Lo dichiara in una nota il vice presidente dei deputati del Pdl, Osvaldo Napoli.
«A Befera - osserva - lo Stato chiede di combattere l'evasione fiscale e di scovare gli evasori ovunque si nascondano. Il fervorino moralisteggiante dovrebbe rimanergli estraneo. Quando Befera si riferisce all'evasore come espressione della cifra di mediocrità umana e morale egli scontorna un ritratto moralistico dell'evasore che non gli compete. Il malvivente che rapina le vecchiette o il bandito che scassina la banca non hanno più attenuanti dell'evasore, ma nessuno si è mai riferito ad essi in questi termini».
«Se vogliamo restare sul terreno del moralismo, Befera - conclude Napoli - dovrebbe avere il pudore di non prendere a schiaffi il governo precedente dopo averne cantato le lodi. La lotta all'evasione nel 2011 ha fruttato miliardi e l'anno non è cominciato a novembre. Si contenga Befera. Faccia il suo dovere, senza umiliare nessuno».