4 agosto 2021
Aggiornato 01:30
Piano per lo sviluppo

Sviluppo: pressing di Napolitano per le riforme, oggi Romani al Colle

Il Presidente espone al Ministro le istanze raccolte in giro per Italia

ROMA - Il provvedimento del governo sullo sviluppo arriverà probabilmente la prossima settimana («entro fine mese», ha assicurato il segretario del Pdl Angelino Alfano) e Giorgio Napolitano fa sentire di nuovo la sua voce sull'urgenza di varare misure per fronteggiare la crisi economica. Di primo mattino, il presidente della Repubblica espone la sua visione delle cose con il ministro per lo Sviluppo Economico Paolo Romani, che si reca al Colle per illustrare al capo dello Stato le sue proposte in materia di crescita, che verranno discusse nel prossimo Consiglio dei ministri e non più oggi, come aveva annunciato invece ieri il governo.
Da parte sua, Napolitano rappresenta al ministro le istanze raccolte nelle sue ultime visite per i capoluoghi italiani, nell'ambito delle celebrazioni dei 150 anni dell'unità d'Italia.

Si ricorderà che nella sua tappa a Napoli, venti giorni fa, il presidente ha incontrato una delegazione degli operai della Alenia, azienda di Finmeccanica interessata ad un piano industriale che ne ridimensiona la presenza in Campania. A Genova invece, la settimana scorsa, il capo dello Stato ha incontrato una rappresentanza della Fincantieri, industria pure interessata da una lunga vertenza di crisi. Ieri a Pisa il presidente ha incrociato le istanze degli studenti. Si tratta di eventi che gli hanno consentito di toccare con mano le esigenze di pezzi del paese reale, che oggi sono state appunto portate dallo stesso presidente della Repubblica all'attenzione del governo rappresentato al Colle da Romani.