12 giugno 2024
Aggiornato 21:00
Kermesse «Verso un nuovo PDL»

Scajola: «Il PDL non è mai nato, sia il raccoglitore partito dei moderati»

L'ex Ministro: «Dc non può rinascere, progetto nuovo per chi ha valori comuni»

SAINT VINCENT - «Il Pdl non è mai nato» e ora «c'è bisogno di costruire un percorso dove il nuovo Pdl possa diventare il raccoglitore di un partito dei moderati in cui dentro si ritrovino tutti quelli che si sono persi in questo bipolarismo anomalo che si è costruito in questi anni». Lo ha detto l'ex ministro Claudio Scajola durante la kermesse organizzata dal ministro, Gianfranco Rotondi a Saint Vincent.

A giudizio dell'esponente del Pdl «si coglie come nessuno può più pensare che possa rinascere la Democrazia cristiana» ma «credo sia utile si possano ritrovare insieme» coloro che si riconoscono in certi valori «non per ricostruire la Dc, ma per un progetto nuovo, chiamiamolo partito dei moderati o altro, che possa rimettere insieme queste tradizioni importanti della cultura occidentale, tra cattolici e laici, del nostro Paese. Certo che se se non si comincia, non si fa mai».

«Il Pdl per la verità - ha aggiunto Scajola - non è mai nato perché Berlusconi con la geniale intuizione del 2008 ha capito che c'era una frammentazione che godeva di rendite di posizione ma non semplificava il quadro politico e quindi ha cercato di unire diverse componenti. Si è costruito questo primo contenitore nella provvisorietà della campagna elettorale, ma non si è portato a compimento mischiandole insieme».