28 gennaio 2020
Aggiornato 11:00
Caso Lavitola-Tarantini

Il Tribunale del Riesame decide venerdì sulla scarcerazione di Tarantini

I Pm favorevoli ai domiciliari: «Indagato ha reso piena confessione»

NAPOLI - E' stata rinviata a venerdì l'udienza al Tribunale del Riesame per decidere sulla richiesta di revoca della misura cautelare per Giampaolo Tarantini, assistito dagli avvocati Alessandro Diddi e Ivan Filippelli. I pm hanno dato parere favorevole alla concessione dei domiciliari, ritenendo che l'indagato abbia reso «piena confessione».

Il rinvio della decisione dei giudici della Libertà è stato deciso dopo l'istanza di revoca dell'ordinanza del gip sulla questione della competenza territoriale dell'inchiesta presentata dai pm napoletani. In attesa della decisione del giudice, quindi, il Riesame ha rimandato la seduta al 23 settembre. I termini per la custodia cautelare scadono il 26 settembre. Davanti al Riesame si discuterà anche la posizione di Valter Lavitola, ancora irreperibile all'estero, assistito dall'avvocato Gaetano Balice.