21 novembre 2019
Aggiornato 03:30
Manovra economica

Giovanardi: Non chiedere contributo alle famiglie numerose

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio: «Presenterò un emendamento, nel voto trasversale con me l'Udc e parte del Pd»

ROMA - «Mille volte abbiamo chiesto a Tremonti attenzione per la famiglia e mille volte il ministro dell'Economia ci ha risposto che non era il momento adatto. Ora però basta, ora gli alibi sono finiti». Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Carlo Giovanardi, intervistato dal giornale dei vescovi Avvenire, afferma: «Il contributo di solidarietà va rimodulato. Perché le famiglie numerose non possono e non devono pagare».

«I saldi verranno rispettati», afferma Giovanardi. «Ho pronto un emendamento: allarghiamo il prelievo anche sotto i novantamila euro per chi non ha figli a carico ed esentiamo così le famiglie numerose. È una questione di equità. E se Tremonti non ne è convinto gli regalo una copia della Costituzione: lì è scritto tutto in maniera assolutamente chiara». Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio aggiunge: «Chiederò al Parlamento un voto trasversale per correggere questa anomalia e il Parlamento la correggerà. Perché con me c'è il Pdl, c'è la Lega, e c'è anche l'Udc e una parte importante del Pd».