28 giugno 2022
Aggiornato 01:30
Processo lungo

Nitto Palma: Il ddl non avrà effetti deflagranti

«Rappresentazione lontana dalla realtà, si torni al dialogo sereno»

ROMA - «Si dà una rappresentazione di quelle norme lontana dalla realtà, ma gli effetti non saranno deflagranti». Lo afferma il neo ministro della Giustizia Francesco Nitto Palma, a proposito del ddl sul processo lungo approvato stamattina dal Senato con il voto di fiducia.

«I magistrati ritengono che quelle norme daranno luogo ad un disastro, per gli avvocati non cambia nulla. Sul processo lungo si dicono tante inesattezze», afferma il Guardasigilli ai microfoni de Ilfattoquotidiano.it. Quanto alle speranze riposte dall'Anm nel neo ministro per una correzione del ddl, Nitto Palma è secco: «Sul provvedimento è stata posta la fiducia...».
Il ministro aggiunge poi: «Bisogna allentare la tensione con i magistrati, tornare ad un confronto sereno, ad un dialogo costruttivo, e ribadisco che sono pronto fin da subito a sedermi al tavolo con i parlamentari dell'opposizione che si occupano di giustizia e con i magistrati dell'Anm».