15 dicembre 2019
Aggiornato 09:30
Stragi in Norvegia

Il leghista Borghezio va in Ambasciata e si scusa

«Frattini mi aveva sollecitato. Manderò fiori di Sanremo ai funerali»

ROMA - L'europarlamentare Mario Borghezio ha fatto sapere di aver chiesto scusa alla Norvegia per quelle che ha definito le sue frasi «mal interpretate» sulla strage. «Questa volta - ha ammesso conversando con i giornalisti alla Camera - l'ho fatta un po' fuori dal vaso».
L'eurodeputato leghista ha riferito di aver interrotto le sue vacanze a Nizza proprio per recarsi questa mattina presso l'ambasciata di Oslo a Roma, ma anche di aver preso «contatti con il presidente del Consiglio comunale di Sanremo» per inviare dei fiori ai funerali perché «da buon padano penso che i fiori della riviera possano rappresentare bene il cordoglio».

Borghezio ha dunque spiegato: «Rispondendo all'invito del ministro Frattini ho deciso di prendere contatti con l'ambasciatore, che però in questi giorni è in missione all'estero, ma tramite il capo di gabinetto della Farnesina abbiamo comunque fissato l'appuntamento. Sono stato ricevuto dal ministro consigliere e dagli altri funzionari e a loro ho rappresentato le condoglianze ed espresso scuse e rammarico per il clamore che è stato suscitato dalle mie parole che sono state fraintese e mal interpretate. Mi sono scusato per le conseguenze che ci sono state soprattutto per le famiglie delle vittime».