25 febbraio 2024
Aggiornato 07:00
Inchiesta P4

Mannino: La mia sofferenza personale impone il no all'arresto

L'ex Ministro DC: «I migliori processi si fanno con imputati a piede libero»

ROMA - L'ex ministro Dc Calogero Mannino, deputato del gruppo Misto, ha formalizzato in aula alla Camera il proprio voto contrario all'arresto di Alfonso Papa: «una decisione - ha detto fra gli applausi del centrodestra- conquistata personalmente con la mia sofferenza».
«Bisogna avere grandissimo rispetto dei tribunali, dei magistrati giudicanti e del processo» ma «ammesso anche che Papa sia effettivamente responsabile dei reati contesati, Papa - ha argomentato Mannino - deve andare in tribunale in condizione di libero cittadino a difendersi. Non si tratta di mettere un deputato in condizione di parità di casta ma di parità con qualunque altro imputato. E i migliori processi sono quelli che vengono portati avanti con imputati a piedi libero».