30 ottobre 2020
Aggiornato 02:30
Media | RAI

Caso «AnnoZero», PM valutano se convocare Innocenzi e Masi

Difensori: «L'inchiesta è da archiviare»

ROMA - I magistrati della Procura di Roma stanno valutando in queste ore se convocare o meno a piazzale Clodio l'ex commissario dell'Agcom, Giancarlo Innocenzi e l'ex direttore generale della Rai, Mauro Masi, indagati in concorso con Silvio Berlusconi per abuso d'ufficio in relazione alle presunte pressioni esercitate dal premier per sospendere il programma di Michele Santoro AnnoZero.

Innocenzi e Masi erano «persone offese», fino a quando il tribunale dei ministri non ha deciso di archiviare le accuse attribuite al premier di concussione e minacce, dichiarandosi così incompetente a pronunciarsi sul caso nato a Trani. E potrebbero essere gli stessi difensori a sollecitare un interrogatorio, visto che le dichiarazioni rese come testimoni non sarebbero più utilizzabili nel presente procedimento.

Secondo alcuni legali degli indagati sono comunque convinti che il fascicolo, restituito dal collegio dei giudici di via Triboniano, debba essere archiviato. Il «molto presunto» abuso d'ufficio «sarebbe soltanto tentato e non consumato perché il programma di Santoro è andato in onda», è stato sottolineato. Quindi, secondo il codice - spiegano i penalisti - nessuno dei tre indagati hanno stato commesso un danno ingiusto ad altri oppure un ingiusto vantaggio patrimoniale per sè o per altri.