15 novembre 2019
Aggiornato 18:30
La denuncia deIl'Avvocato

Romano: ho appreso da media di Lo Verso

Bonsignore: «Abituati ma non rassegnati alla giustizia ad orologeria»

ROMA - L'avvocato Raffaele Bonsignore, difensore del ministro Saverio Romano per il quale la Procura di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio per concorso in associazione mafiosa, ha denunciato di avere «appreso dai mezzi di informazione che la Procura della Repubblica di Palermo sta interrogando il collaboratore di giustizia Lo Verso».

DICHIARAZIONI AD OROLOGERIA - «Siamo - ha affermato il legale - alle solite: con il solito pentito dell'ultima ora che rende dichiarazioni ad orologeria e de relato nel tentativo di colmare, dopo più di otto anni, quel vuoto probatorio che ha caratterizzato le indagini a carico dell'onorevole Romano. Come sempre, peraltro, resteranno ignoti coloro che con stillicidio danno notizie alla stampa così da permettere ad altri pentiti di confermare ogni mendace spudorata dichiarazione.
«Ci siamo abituati - ha concluso l'avvocato Bonsignore - ma non rassegnati. In Italia, purtroppo, questo modo di operare viene chiamata giustizia!».