15 dicembre 2019
Aggiornato 22:00
Manovra economica

Galan attacca Tremonti: Visco avrebbe fatto lo stesso

Il Ministro della Cultura: «Qualcosa nel Governo si è rotto, tiene perchè un altro non c'è»

ROMA - «Penso che Visco non avrebbe fatto una manovra tanto diversa da questa». Il ministro Pdl della Cultura Giancarlo Galan, pur soddisfatto per il trattamento che stavolta il suo ministero è riuscito ad avere in manovra dal ministro, imbraccia nuovamente il forcone nei confronti del ministro Giulio Tremonti, paragonandolo al responsabile delle Finanze dei governi Prodi e D'Alema , additato per anni dal centrodestra ai suoi elettori come un «vampiro».

«TREMONTI? UN UOMO ORDINARIO» - «Il ministro - si è fra l'altro lamentato Galan di Tremonti in una intervista a la Stampa - è bravo, capace, stimato ma è un uomo ordinario. E in queste situazioni gli uomini ordinari portano i governi sotto il 20%. Ci voleva una rivoluzione ma non è andata così. Nel nostro programma si promette di tagliare i privilegi ed invece ci siamo trovati una manovra che aumenta il bollo alle auto...».
Più in generale, a giudizio dell'ex Governatore Pdl del Veneto- nel Governo «qualcosa si è rotto» anche se «terrà perchè c'è mentre ancora non ce ne è un altro, tant'è che quando noi perdiamo la sinistra riesce sempre a compiere il 'miracolo' di non vincere». E allora, » fortunatamente il nodo - ha detto il ministro- non è se duriamo ma se questo esecutivo riesce ancora a fare qualcosa di positivo» mentre «purtroppo questa manovra è solo assolutamente ordinaria».