14 luglio 2024
Aggiornato 04:00
Verifica di Governo

Casini a Berlusconi: Disponibili solo ad un «Esecutivo di unità»

Il leader dell'UDC: «Non siamo in vendita. Vuole continuare? In bocca al lupo»

ROMA - L'Udc non è «in vendita», i centristi sono disponibili a prendere in considerazione solo un «governo di unità nazionale», ma non possono fare da stampella alla maggioranza. Il leader Udc Pier Ferdinando Casini, intervenendo in Aula alla Camera durante la verifica di Governo, ha risposto così al presidente del Consiglio che aveva auspicato l'unità dei moderati: «Signor presidente, lei vuole continuare? In bocca al lupo. Ma noi non giochiamo di rimessa, siamo responsabili ma non disponibili, perché non siamo in vendita. Non siamo pronti a fare atti contro natura».

«L'ANTIPOLITCA TRAVOLGERÀ TUTTI» - «Siamo pronti a fare altre cose», ha spiegato Casini. «Se in questo parlamento matura la consapevolezza di ciò che serve all'Italia, saremo i primi ad assumerci la responsabilità: un governo di responsabilità nazionale, uno sforzo per ricostruire l'Italia, fare le scelte anche impopolari che è necessario fare. Da qui può ripartire la storia italiana». Di sicuro, ha aggiunto, «non si può più vivere di demagogia di populismo... l'antipolitica rischia di travolgere tutti».