23 ottobre 2019
Aggiornato 11:30
Oggi a Roma l'autopsia

Arrigoni, l'indagine verso l'archivio

Per la Procura non c'è un interlocutore valido per una estradizione

ROMA - E' fissato per questa mattina l'esame autoptico di Vittorio Arrigoni, il giovane attivista pro-palestinesi ucciso la scorsa settimana a Gaza da un gruppo di terroristi salafiti. L'accertamento sarà svolto dagli esperti dell'istituto di medicina legale dell'Università La Sapienza, coordinato dal professor Paolo Arbarello.

I risultati delle analisi e delle verifiche cliniche saranno poi messe a disposizione degli inquirenti della Procura di Roma. Il fascicolo sulla vicenda, avviato la scorsa settimana, per il reato di sequestro di persona a scopo di terrorismo aggravato dalla morte dell'ostaggio, è comunque destinato a finire in archivio. Non c'è un interlocutore valido con cui l'autorità giudiziaria italiana può relazionarsi ai fini di una eventuale estradizione di coloro che hanno ucciso Arrigoni.