19 agosto 2019
Aggiornato 11:30
Processo breve

Cardinale Bagnasco: Alla politica serve più serenità

«Al di sopra di tutto ci sia l'obiettivo del bene comune»

ROMA - Serve «maggiore serenità» alla politica italiana impegnata in queste ore alla Camera nella discussione sul processo breve. Ne è convinto il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei.
«Al di là del merito quello che è importante per il Paese è una condivisione costruttiva delle diverse voci. Questo fa parte della politica», ha detto l'arcivescovo di Genova interpellato dai giornalisti a margine di un convegno su Giuseppe Siri a Roma. «Al di sopra di tutto ci deve essere il desiderio e la meta concreta del bene comune - ha aggiunto Bagnasco - che è fatto di tanti aspetti che devono essere affrontati in un clima di maggiore serenità. Altrimenti - ha concluso il presidente della Cei - non si va da nessuna parte».