18 agosto 2019
Aggiornato 23:30
Processo breve

Marilena Samperi: «Alfano non sa il numero delle vittime che non saranno risarcite»

Per l'esponente del Pd il ministro non ha chiesto ai suoi tecnici l'impatto del processo breve

ROMA - «Sono moltissimi i processi che rischiano di saltare e centinaia di migliaia le vittime che non vedranno giustizia. E non è un caso che proprio ieri, il vicepresidente del gruppo del Pdl alla Camera, Osvaldo Napoli ha annunciato la necessità di interventi per scongiurare che stragi come quella di Viareggio subiscano gli effetti della prescrizione breve», ha detto Marilena Saperi nel pronunciarsi contro il processo breve.

SAMPERI (PD): IL MINISTRO NON HA MONITORATO L’IMPATTO DEL PROCESSO BREVE - Marilena Samperi, deputata democratica e componente della commissione Giustizia di Montecitorio, ha polemizzato con il collega Luigi Vitali del Pdl sul tema della prescrizione abbreviata: «Invece di assumere il ruolo di cani da guardia del ministro della Giustizia, gli esponenti della consulta del Pdl, Vitali in testa, dovrebbero pretendere da Alfano - afferma Samperi - di essere informati correttamente sull'impatto della normativa sulla prescrizione breve sul sistema giudiziario».

ALFANO DISATTENDE I COMPITI CHE GLI AFFIDA LA COSTITUZIONE - «Rimane la preoccupazione per l'operato di un ministro che non ha sentito il bisogno di chiedere ai propri uffici un monitoraggio sui possibili effetti della nuova normativa. Alfano dimentica - conclude Samperi - i compiti che gli vengono attribuiti dalla nostra costituzione».