6 dicembre 2019
Aggiornato 21:00
Governo

Romano: «Nessuna contrattazione, normale ingresso Ir»

Il Ministro dell'Agricoltura: «Tempi per seconda tranche del rimpasto? Stasera vediamo Berlusconi»

ROMA - Il neo ministro dell'Agricoltura, Saverio Romano, ha smentito che la sua nomina sia stata il frutto di una «contrattazione» e ha anche aggiunto che l'ingresso dei Responsabili nel governo è da considerare una «naturale evolversi» del ruolo del gruppo a sostegno della maggioranza.

ROMANO - «Io - ha detto ai giornalisti alla Camera - non sono mai stato a caccia di poltrone. Quella dei responsabili è una operazione politica». E ha aggiunto: «Non mi era stata promessa nessuna poltrona. Anzi, quando i Responsabili hanno votato la fiducia al governo lo scorso 14 dicembre era lontanissima qualsiasi ipotesi che il governo potesse durare ancora».
Quanto ai posti nel governo che dovrebbero andare appannaggio degli altri Responsabili ha spiegato: «Il nostro è un coinvolgimento organico nella maggioranza. Immagino che questo si traduca in un evolversi naturale della nostra presenza anche dentro al governo». Romano non si è però sbilanciato sui tempi. «Stasera - ha spiegato - vedremo il presidente del Consiglio».