20 gennaio 2022
Aggiornato 15:30
Sexy-gate

Bocchino: Berlusconi indichi nuovo Premier, altrimenti al voto

Il capogruppo Fli: «Il Governo è paralizzato, lui vuole il caos»

ROMA - «Il governo è paralizzato e nessuno se ne occupa». Il capogruppo Fli Italo Bocchino rinnova la richiesta di dimissioni del Premier Silvio Berlusconi da parte del terzo polo. E' giusto - dice Bocchino ospite a La7- che Berlusconi indichi un nome a Napolitano che sia espressione della maggioranza e il Polo della Nazione mette a disposizione i propri voti per un Governo di interesse nazionale. Altrimenti si vada al voto.

E' utile andare al voto - dice ancora Bocchino - perché c'è una situazione di paralisi con Berlusconi che vuole generare il caos. Ma tutti i sondaggi dicono che dopo le elezioni ci sarebbe comunque una paralisi:. Oggi però c'è perché Berlusconi impedisce le convergenze, domani imporrà alle forze politiche di trovare una sana convergenza e fare le riforme. L'Italia si può permettere tutto, tranne che il galleggiamento».