20 giugno 2024
Aggiornato 11:30
Afghanistan

Cordoglio Schifani: l'Italia piange caduto per la libertà

Il Presidente del Senato: «Spero in una pronta guarigione del soldato ferito»

ROMA - Appresa la notizia della morte del soldato italiano nell'avamposto italiano di Bala Murghab, in Afghanistan, e del ferimento di un altro militare, il Presidente del Senato, Renato Schifani, ha inviato un messaggio al Gen. Biagio Abrate, Capo di Stato Maggiore della Difesa, per esprimere la sua più sincera vicinanza ai familiari del militare caduto e alle Forze Armate, inviando a nome di tutta l'Assemblea di Palazzo Madama i sensi delle più sentite condoglianze, unitamente al profondo dolore per la scomparsa di una giovane vita. Il Presidente Schifani augura inoltre una pronta guarigione al soldato rimasto ferito. Lo si legge in una nota.
«Ancora una volta - si legge nel messaggio del Presidente del Senato - l'Italia piange un caduto per la libertà e la pace e paga con il sangue il suo impegno per la democrazia e la sicurezza internazionale».