26 maggio 2020
Aggiornato 01:00
Pena di morte

Frattini: contro mano del boia «battaglia di civiltà»

Approvata all'Onu risoluzione pro-moratoria

ROMA - Quella contro la pena di morte è «una battaglia di civiltà», e l'Italia ha il «dovere morale» di continuare, in sede Onu, a «raccogliere ogni anno almeno un paese in più» fra le fila di chi si oppone alle condanne capitali. Lo ha sostenuto il ministro degli Esteri Franco Frattini, ai microfoni di Radio Anch'Io commentando l'approvazione a larga maggioranza da parte della III commissione dell'Onu della terza risoluzione pro-moratoria.
Gli sforzi italiani in questa direzione vanno avanti da anni e, secondo Frattini, i risultati «si sono visti»: «Questa mobilitazione internazionale ha già rallentato o fermato la mano del boia in molti paesi» ha considerato il ministro.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal