12 luglio 2020
Aggiornato 02:00
Aggressione metro

Sanitari: La donna è in coma irreversibile

Nelle ultime ore la situazione è precipitata "in modo drammatico"

ROMA, 14 ott  - L'infermiera romena Maricica Hahaianu, vittima dell'aggressione di venerdì scorso alla stazione metro Anagnina di Roma, è in coma irreversibile.

Lo ha spiegato il direttore sanitario del Policlinico Casilino, dove la donna è ricoverata, ai microfoni del Tg1 a chi chiedeva se alla luce degli ultimi sviluppi clinici si possa parlare di coma irreversibile: "Sì", ha confermato la dottoressa.

Nel pomeriggio le condizioni di Maricica si erano di nuovo aggravate e evolute "in modo drammatico", recitava l'ultimo bollettino medico, tanto di essere considerate ormai "di estrema gravità".