14 novembre 2019
Aggiornato 14:00
Immigrati

Presa la 'cellula' che ha favorito sbarco a Latina

In manette 5 egiziani 'regolari', in contatto con scafisti

ROMA, 7 ott  - I carabinieri di Anzio hanno arrestato 5 egiziani, ora in carcere a Velletri a disposizione della Procura, accusati di essere la 'cellula' che lunedì scorso ha favorito lo sbarco sulle coste di Latina di diversi immigrati arrivati con il peschereccio giunto dall'Egitto.

I 5 sono tutti uomini con regolare permesso di soggiorno: vivevano da anni in diverse abitazioni di Anzio e Nettuno e di professione sono pescatori e operai. I carabinieri sono arrivati a loro ricostruendo la fuga degli immigrati 'recuperati' in strada lunedì.

I militari avevano trovato 14 clandestini (poi rimpatriati dal Ministero dell'Interno) e questi hanno raccontato che erano stati aiutati a trasbordare a riva dal peschereccio con un gommone che poi si è scoperto essere stato acquistato e condotto dai 5 fermati. Questi avrebbero ricavato circa 5.000 euro a persona traghettata.