18 gennaio 2020
Aggiornato 09:30
P3

Marra chiede al Csm di essere ascoltato, Giovedì la decisione

Davigo chiede di sentire anche altri magistrati sulla vicenda

ROMA, 21 set  - Alfonso Marra, presidente della Corte d'Appello di Milano rimasto coinvolto nello scandalo P3, ha chiesto, per bocca del suo difensore, Piercamillo Davigo, di essere ascoltato dalla Prima commissione del Csm, che aperto a suo carico una pratica per il trasferimento d'ufficio per incompatibilità ambientale. Una sostanziale marcia indietro da parte del magistrato, che a luglio scorso era stato convocato durante la precedente consiliatura per rendere conto delle sue azioni ma che aveva invece rifiutato di comparire a palazzo dei Marescialli.

Probabilmente entro giovedì prossimo i consiglieri del Csm decideranno di accogliere la richiesta di audizione inoltrata da Marra. In quell'occasione, inoltre, si pronunceranno anche su altre istanze istruttorie presentate da Davigo, che ha richiesto, tra l'altro, la trascrizione di alcune intercettazioni agli atti dell'inchiesta romana sulla P3 nell'ambito della quale Marra è stato ascoltato come testimone il 6 agosto scorso e la convocazione di una lunga serie di testimoni, soprattutto colleghi magistrati.