9 dicembre 2019
Aggiornato 14:30

Cota: il Governo premi le regioni virtuose

Il Governatore del Piemonte: ma il decreto «non allontana il federalismo»

ROMA - La manovra economica varata dal Governo «penalizza le Regioni, così come penalizza tutti»: Roberto Cota (Lega nord), presidente della Regione Piemonte, condivide solo in parte la contrarietà espressa ieri nel documento dei governatori: «Ma - aggiunge infatti in una intervista al Corriere della sera - il punto è lavorarci sopra, non soltanto strillare».

PREMIARE I VIRTUOSI - «La via per risolvere questo problema è un tavolo con il Governo», spiega. «Formigoni lavori - aggiunge Cota - perché passi il principio di premiare i virtuosi». E sulla modalità dei tagli, dice di voler cercare «la disponibilità del Governo su questa idea: con l'esecutivo si concorda un certo saldo. Poi, la ripartizione dei sacrifici e i criteri con cui lo sforzo deve essere diviso li stabiliamo noi, in sede di conferenza Stato-Regioni».
In ogni caso, l'esponente leghista si dice convinto che «la manovra non allontana il federalismo». E «complessivamente» esprime «un giudizio positivo» sul provvedimento».