25 gennaio 2020
Aggiornato 20:00
Inchiesta sul riciclaggio

Scaglia rientrato nella notte in Italia

Si è consegnato alla Gdf ed è stato condotto in carcere

ROMA - E' rientrato in Italia poco dopo la mezzanotte Silvio Scaglia, il fondatore di Fastweb travolto nella maxi operazione che ha rivelato una truffa da 2 miliardi di euro. Scaglia, su cui pendeva un ordine di arresto firmato dal gip Aldo Morgigni, atterrato a Ciampino con un volo privato proveniente dalle Antille, è stato condotto nel carcere di Rebibbia.

«So bene di dover andare in carcere. Ma voglio chiarire tutto ai magistrati. Non ho mai fatto operazioni illecite durante la mia gestione di Fastweb. Già tre anni fa avevo dato tutte le spiegazioni ai pm», ha ribadito Scaglia prima di partire per il rientro in Italia, parlando al telefono con il suo avvocato Gildo Ursini, secondo quanto scrive oggi La Repubblica.